G. P. da Palestrina: “Canticum Canticorum a 5 voci

Vallisa

SABATO 28 SETTEMBRE 2019 ore 19:00

Il IV Libro dei Mottetti a 5 voci di Giovanni Pierluigi da Palestrina data intorno al 1584 e rappresenta uno dei più alti capolavori del compositore. Mettendo in musica il Libro di Re Salomone, Palestrina aff ronta con pienezza di scrittura il grande tema dell’amore come slancio contemplativo e sublimato verso il divino. La descrizione biblica dell’amato/amante off re al Compositore molteplici immagini, sfumature e particolari che si trasformano, in questo IV libro, in una musicalità accessibile, ricca, variata e elegante, indubbiamente più esplicita e immediata rispetto agli altri Libri di Mottetti o di Messe. Presentiamo, da questo IV libro, una selezione di 10 mottetti intervallati da alcuni esempi di “versioni” strumentali diminuite degli stessi temi, secondo la prassi in voga durante tutto il Rinascimento

Programma
Giovanni Pierluigi da Palestrina (1525- 1594) nei 425 anni della morte

Da “Canticum Canticorum” a 5 voci Nigra sum sed formosa / Pulchrae sunt / Fasciculus myrrhae / Ecce tu pulcher es /Tota pulchra es, amica mea

Anonimo: ricercare diminuito per Flauto e Organo portativo rinascimentale: Tota Pulchra es,

Palestrina: da Canticum Canticorum a 5 voci Vulnerasti cor meum / Introduxit me rex / Laeva ejus

Anonimo: ricercare diminuito per Flauto e Organo portativo rinascimentale su: Laeva ejus

Palestrina: da Canticum Canticorum a 5 voci Vox, vox dilecti mei / Surge propera