Incontro con Pietro Scrimieri

Chiesa del Carmine (terrazzo)

DOMENICA 30 OTTOBRE 2018 ore 19:00

Il libro, partendo dall’analisi sui cambiamenti globali nel mondo del lavoro e sulle cosiddette soft skill, rappresenta un focus sui comportamenti individuali e collettivi e su quella condizione umana e psicologica di neutralità che gli studiosi chiamano “comfort zone” (zona di comfort). Per crescere, migliorare, imparare, raggiungere obiettivi sfi danti, dobbiamo venir fuori dalla nostra zona di comfort, assumere comportamenti proattivi per entrare nella learning zone (zona di apprendimento), pur nella consapevolezza dello stress e dai disagi che ciò comporta. Evitando nel contempo di ricadere nella zona negativa di ansia e tensione, la cosiddetta “panic zone” foriera di delusioni e fallimenti. Nel lavoro si approfondiscono le principali teorie gestionali rapportandole alla lettura dei comportamenti umani – sia individuali che collettivi – fornendo gli strumenti necessari per individuare i sentieri del miglioramento prestazionale in campo lavorativo, esistenziale ed umano.

Scopri di più