“Il teatro della Fede”: l’Oratorio Santa Ferma di Antonio Caldara (Vienna 1717)
Nuova produzione del Conservatorio Piccinni. Prima esecuzione in tempi moderni

Basilica San Nicola

GIOVEDI 27 SETTEMBRE 2018 ore 21:00
Soprani: Angelica Girardi (Santa Ferma), Anna Cimmarrusti (Angelo), Maria Luisa Dituri (Megezio Tiranno); Mezzosoprano: Damiana Sallustio (Madre); Basso: Francesco Masilla (Ministro). Orchestra barocca del Conservatorio “N. Piccinni” di Bari; Maestro concertatore e Direttore: Vito Paternoster.

Oratorio Santa Ferma di Antonio Caldara
“Chi si regge con le stelle
anche in mezzo alle procelle
sa trovar riposo, e calma.”

Nel 1717 Antonio Caldara, stella del barocco italiano, presenta a Vienna la seconda versione dell’oratorio romano “Santa Ferma”. Dopo tre secoli di oblio il Conservatorio Piccinni riporta alla luce quest’inedita composizione che occupa un posto di spicco nella storia europea del “teatro della Fede”, grazie all’abbondanza di signifi cati edifi canti, di simbologie musicali, di perle belcantistiche dedicate alla storia della santa martire “avvocata dei naviganti”.

Orchestra barocca del Conservatorio “N. Piccinni” di Bari. Primo Violino di Spalla: Barbara Altobello; violini: Corrado Roselli, Annamaria Bonsante, Umberto Bozza, Stefano Casaula, Annarita Lorusso, Brigida Mattiace, Mariateresa Piumelli, Flavia Quaranta, Gaia Raffaele, Michele Saracino, Francesca Schirinzi, Gioacchino Visaggi; Viole: Pasquale Lepore, Paolo Messa, Luciana Palladino; Violoncelli: Gianlorenzo Sarno, Giuseppe Gravino, Michela Cioce; Viola da gamba: Sofia Ruffino; Violone: Gioacchino De Padova; Contrabbasso: Domenico Digirolamo; Flauti dolci: Claudia Iacobone, Maria Rosa Pesce; Chalumeaux: Antonio Tinelli; Tromboni: Antonio Demarco, Antonio De Palo; Tiorba: Fabio Armenise; Clavicembalo: Giuseppe Gaeta; Organo: Orazio Maglio. Performing Edition © Annamaria Bonsante; Layout: Davor Krklijus; Assistente alla produzione: Antonio Dilella Si ringraziano: Österreichische Nationalbibliothek – Musiksammlung, Vienna; Deutsches Historisches Institut – Musikgeschichtlische Abteilung, Roma; Comitato Santa Fermina, Civitavecchia